Perché non smetterò mai di usare la parola 'troia'

Aliaksei Kaponia

Perché non smetterò mai di usare la parola 'troia'

Di Zara Barrie, 15 luglio 2016

Quando ero un bambino, ero convinto che la parola 'troia' fosse una parola terribile, terribile.

In effetti, nella mia graziosa cittadina di periferia, non c'era niente di peggio al mondo che avere una reputazione 'troia'. Se sei stato considerato una 'troia' dal consiglio dei ragazzi delle scuole medie, i genitori non volevano che i loro preziosi figli uscissero con te e tu fossi messo nella lista nera dal tuo tavolo da pranzo, costretto a passare le pause piangendo lacrime di mascara nella stanza del bagno.

Quando ero in prima media, avevo un amico in seconda media che durante la notte aveva guadagnato una reputazione troia perché alcuni idioti brufolosi lo hanno detto. Quello che le è successo è stato terrificante. La gente la molestava nei corridoi, i vili ragazzi la toccavano senza chiederle il permesso, le ragazze dicevano cose orribili, sporche, cattive su di lei su AOL Instant Messenger e nessuno le avrebbe mai chiesto di uscire nei fine settimana. Sembrava addirittura che gli insegnanti le avessero oscurato mentre sgattaiolava attraverso il corridoio cercando di sparire negli armadietti.



Era stata la ragazza più popolare a scuola e nel momento in cui è stata etichettata come una troia, è diventata un lebbroso in cui nessuno voleva avere a che fare. È diventata molto, molto magra durante quel periodo e in seguito è stata mandata in riabilitazione per un disturbo alimentare.

Non ho capito il dolore che provava fino a quando non mi è successo.

In terza media, un tredicenne con la faccia grassa ha deciso che ero una porca e ho perso anche i miei amici durante la notte. Sono diventato un bersaglio di incessante bullismo e ho avuto paura di andare a scuola per un anno intero.

Essere molestati per la tua sessualità ti fa sentire come se stessi camminando nuda. La nostra sessualità è la parte più vulnerabile di ciò che siamo. È una parte così cruda della nostra umanità, quindi quando ci vergogniamo di questo, è come essere gettati su un palco durante una fredda assemblea scolastica senza vestiti, essere esaminati da un mare di occhi di estranei che ti guardano con l'intensità rimossa di un pezzo di carne stanno contemplando di mangiare o buttarsi nella spazzatura. Basta spegnere tutta la tua sessualità. Perché pensi che così tante ragazze traumatizzate sessualmente abbiano dei disturbi alimentari? Quando il tuo corpo è un luogo non sicuro, vuoi solo svanire nel nulla fino a quando non scompari.

Cosa significava troia in quei giorni? Che hai avuto un desiderio sessuale? Che hai avuto un corpo? Che hai fatto due ragazzi in un mese e forse hai lasciato che qualcun altro toccasse le tue tette sulla tua maglietta Juicy Couture? Che stavi cercando di inserirti in una società con aspettative diabolicamente strette nei confronti della bellezza e eri affamato di attenzione ed eri troppo giovane per conoscere la differenza tra buona attenzione e cattiva attenzione e ora pagavi il prezzo?

cosquillas elmo sin pelaje

Cosa significa anche una troia adesso? Ti piace il sesso e ne hai molti? Ti piace indossare abiti rivelatori? Che indossi reggiseni push-up e ti piace fare la febbre con le persone nei bar? A chi diavolo importa cosa piace indossare a una donna o quante persone vuole portare a casa?

E non è affare di nessuno perché una ragazza dorme con un sacco di persone. È tra lei e il suo terapeuta. Se sta dormendo con tutti i ragazzi del blocco perché è traumatizzata o cerca disperatamente affetto, perché è questa la nostra preoccupazione? Perché qualcuno fa due cazzate su come si veste una ragazza o con chi dorme?

Ecco perché mi piace usare la parola 'troia' con grande affetto. Penso che sia davvero potente quando un gruppo di persone si riunisce e rivendica una parola che è stata storicamente usata contro di loro. Rimettiamo il potere nelle mani di chi lo merita.

Quando ti chiamo troia, intendo che sei una persona meravigliosa che trasuda energia sessuale. Ed è una cosa bellissima trasudare energia sessuale perché significa che sei attaccato alla tua sessualità e che è un posto incredibilmente potente in cui essere, gattini.

Quando mi definisco una troia, significa che sono in una fase della mia vita in cui mi sento un essere sessuale, e questa è sempre una buona cosa. Perché quando sono depresso e non sento altro che un guscio di me stesso, il mio desiderio sessuale è il primo ad andare. Perché il mio desiderio sessuale sono io al centro. Sono una nave vuota senza di essa, ed è così che la depressione mi fa sentire: il vuoto.

no dar las cosas por sentado

Quando dico troia, lo dico in onore di tutte le ragazze che sono state o sono attualmente tormentate da quella parola. Perché penso che essere una troia sia una cosa audace e bella e le donne che fanno cose audaci e belle saranno sempre viste come 'minacce' al sistema patriarcale. Quindi cercheranno di abbatterti e di farti vergognare della parte più pura e potente di TE: la tua sessualità.

Non permettiamo loro di usare negativamente qualsiasi parola sessuale. Penso che la parola figa sia sorprendente (non saremmo vivi senza la figa, ragazze). Dico diga tutto il tempo perché sai cosa? Sono una diga e amo la mia vita da diga. Ne sono fiero. E sappiamo tutti che penso che la parola troia sia la migliore di tutte.

Quindi, se qualcuno ti chiama una porca, invece di essere offesa, dolcemente ringraziale. Niente al mondo dipana un bullo come te prendendo le loro brutte parole come un complimento. Niente fa incazzare uno stronzo più di quanto tu stia forte mentre tentano di buttarti giù. E ricordalo è un complimento. Perché essere una troia significa che sei una potente creatura sessuale e perché diavolo sarebbe mai stata una brutta cosa?

Non lascerò che nessun troll mi porti via la mia amata parola. Smettere di usare la parola troia significherebbe far vincere i fuckboys, e sono appassionatamente impegnato in uno stile di vita di non lasciare che i fuckboys vincano. Ed è guarita la ragazza di 12 anni dentro di me che è stata molestata e terrorizzata dall'andare a scuola e se non è gloriosamente felice, un grosso pezzo di me sta soffrendo al suo fianco.

E la vita è troppo breve e dannatamente bella per soffrire.