Trump ha chiamato la clausola sugli emolumenti 'Phony' dopo proteste per il G7 a Doral

Tasos Katopodis / Getty Images Notizie / Getty Images

Trump ha chiamato la clausola sugli emolumenti 'Phony' dopo proteste per il G7 a Doral

Di Lilli Petersen, 21 ottobre 2019

Democrazia, amirite? Il governo degli Stati Uniti include controlli ed equilibri per impedire ai leader di abusare del loro potere, ma il presidente non sembra essere un fan di almeno uno di loro. Dopo le critiche che costretto il presidente Donald Trump a rinunciare al suo piano per tenere il vertice annuale del Gruppo dei sette (G7) nel suo resort Trump National Doral a Miami, in Florida, Trump ha definito la clausola sugli emolumenti 'fasulla' mentre parlava con i giornalisti il ​​21 ottobre.

conociendo tu llama gemela

Giovedì 17 ottobre, la Casa Bianca ha annunciato che il vertice G7 del 2020 dei leader mondiali, ospitato dagli Stati Uniti, si sarebbe tenuto nel resort Doral di proprietà di Trump. L'annuncio che il presidente stava dirigendo un importante contratto diplomatico con la propria compagnia era, come Il Washington Post sottolineato, senza precedenti. Il contraccolpo fu rapido, suscitando condanna bipartisan per l'apparenza di corruzione. Molti hanno anche sottolineato rapidamente che la mossa potrebbe violare la clausola sugli emolumenti della Costituzione degli Stati Uniti, che vieta ai presidenti di accettare doni o pagamenti da governi stranieri. Dal momento che Trump ha opposto la tradizione non cedendo le sue partecipazioni come presidente, trarrebbe beneficio dai profitti del resort sulla permanenza dei leader stranieri. La Casa Bianca non ha immediatamente risposto alla richiesta dell'Elite Daily di commentare il piano e le sue critiche.

Apparentemente, Trump è stato 'sorpreso dal livello di respingimento' dei suoi alleati politici e degli avversari, secondo il capo dello staff della Casa Bianca Mick Mulvaney. Trump in seguito tornò indietro alla decisione. In un tweet del 21 ottobre, scrisse, 'Doral a Miami sarebbe stato il posto migliore dove tenere il G-7, e libero, ma troppo caldo dai Democratici di Sinistra Radicale e il loro partner, i Fake News Media! '



Poche ore dopo, Trump sembrava ancora agitato per la situazione. Parlando con i giornalisti alla Casa Bianca, si è lamentato del contraccolpo e ha suggerito di non aver fatto nulla di straordinario. 'Altri presidenti erano ricchi', ha detto, citando presidenti come George Washington. 'Non penso che voi gente, con questa falsa clausola sugli emolumenti - e, a proposito, direi che mi è costato da 2 a 5 miliardi di dollari diventare presidente. E va bene. Tra ciò che perdo e ciò che avrei potuto fare. La Casa Bianca non ha immediatamente risposto alla richiesta dell'Elite Daily di commentare l'osservazione e la posizione del presidente sulla clausola sugli emolumenti.

la novia semanal 2016

La clausola sugli emolumenti è, tuttavia, non falsa. La clausola sugli emolumenti stranieri fa parte dell'articolo 1 della Costituzione e ha lo scopo di impedire che i presidenti siano influenzati in modo improprio, intenzionalmente o meno, da doni e interessi finanziari in governi stranieri. Mentre la versione straniera è ciò che è rilevante qui, c'è anche una versione domestica, che vieta a un presidente di ricevere regali o compensi (oltre al suo pagamento ufficiale) dagli stati o dal governo federale.

Il presidente non è estraneo alle critiche sulle clausole sugli emolumenti. A partire da ottobre 2019, lui e la sua Trump Organization sono ancora coinvolti in molteplici cause per presunte violazioni delle clausole sugli emolumenti, date le partecipazioni internazionali dell'Organizzazione Trump. Il procuratore generale del distretto di Columbia e del Maryland ha anche sporto denuncia contro il presidente per accuse di concorrenza sleale con il suo Trump International Hotel a Washington, D.C. La Casa Bianca non ha immediatamente risposto alla richiesta dell'Elite Daily di commentare le cause legali.

juguetes sexuales para damas