Gli Stati Uniti hanno tenuto segrete le armi chimiche in Iraq, ora l'ISIS potrebbe averle

Gli Stati Uniti hanno tenuto segrete le armi chimiche in Iraq, ora l'ISIS potrebbe averle

Di John Haltiwanger, 15 ottobre 2014

Gli Stati Uniti hanno invaso l'Iraq nel 2003 con la scusa che il governo di Saddam Hussein stava attivamente sviluppando armi di distruzione di massa (armi di distruzione di massa). Poco dopo l'invasione, divenne evidente che non esisteva un programma di armi di distruzione di massa.

L'amministrazione Bush era stata fermamente convinta che Saddam Hussein nascondesse deliberatamente un programma di armi di distruzione di massa attivo, ma gli ispettori delle Nazioni Unite non hanno trovato alcuna prova a sostegno di tali affermazioni. In sostanza, la giustificazione per l'invasione di un intero paese si è rivelata completamente infondata.

Tuttavia, un recente rapporto del New York Times ha rivelato che le truppe statunitensi hanno scoperto ed erano state esposte alle armi chimiche in Iraq durante la guerra (2003-2011), ma il governo degli Stati Uniti ha attivamente tentato di mantenerlo segreto.



Le truppe statunitensi sono state ferite da armi chimiche in Iraq

Tra il 2004 e il 2011, le truppe statunitensi hanno trovato circa 5.000 testate chimiche, proiettili o bombe aeree in Iraq. Furono inviati a smaltire esplosivi, ma scoprirono qualcosa di molto più allarmante.

Nel processo, almeno 17 soldati americani e sette poliziotti iracheni sono stati esposti ad agenti nervosi o senape. Il conteggio ufficiale del governo è ancora classificato.

L'esposizione a questi materiali può portare a vesciche massicce, difficoltà respiratorie, problemi di vista, infertilità e aumento del rischio di cancro.

¿Es genuino?

Alcuni soldati esposti non hanno ricevuto cure mediche adeguate e continuano a riscontrare effetti sulla salute residua. Per non parlare, mentre alcuni sono stati nominati per il Cuore Viola, l'esercito ha negato i premi.

Ovviamente, il governo voleva nascondere qualcosa.

Inoltre, il governo non ha mai parlato al pubblico di queste scoperte e le informazioni non erano neppure ampiamente condivise all'interno dell'esercito. Anche al Congresso non è stata raccontata l'intera storia.

Nel processo, le truppe statunitensi furono messe in grave pericolo poiché furono espulse per smaltire involontariamente armi chimiche.

In poche parole, il governo ha deliberatamente tenuto segrete queste scoperte sulle armi chimiche per motivi politici. Ecco perché:

Le armi chimiche trovate non giustificavano l'invasione dell'Iraq del 2003

Le armi chimiche sono considerate armi di distruzione di massa. Pertanto, si potrebbe essere confusi sul perché il governo avrebbe cercato di nascondere questo. Dopotutto, la scoperta di tali armi non giustificerebbe l'intera guerra?

Il problema è, tuttavia, che queste armi sono state prodotte anni prima dell'invasione del 2003 e non facevano parte di attivoProgramma di armi di distruzione di massa. Allo stesso modo, come osserva il rapporto del New York Times:

Le scoperte di queste armi chimiche non hanno supportato la logica di invasione del governo. ... Tutte le [armi] erano state fabbricate prima del 1991, hanno detto i partecipanti. Sporco, arrugginito o corroso, gran parte di essi non può essere facilmente identificato come arma chimica.

Inoltre, gli Stati Uniti hanno svolto un ruolo cruciale nell'aiutare l'Iraq a procurarsi i materiali necessari per sviluppare queste armi.

L'America ha aiutato l'Iraq a produrre armi chimiche negli anni '80

Dalla rivoluzione islamica del 1979, le relazioni tra Iran e Stati Uniti sono state decisamente controverse. Saddam Hussein è salito al potere in Iraq lo stesso anno.

Negli anni '80, l'Iraq e l'Iran andarono in guerra. Durante la guerra, il regime di Saddam Hussein sviluppò attivamente armi chimiche e biologiche, che poi utilizzò sia per gli iraniani che per il suo stesso popolo.

Poiché le relazioni tra l'Iran e gli Stati Uniti erano tese in quel momento, le compagnie americane sostenevano l'Iraq in questo sforzo aiutandolo a costruire armi chimiche.

I file della CIA mostrano anche che gli Stati Uniti hanno fornito all'Iraq informazioni sulla posizione delle truppe iraniane, con piena consapevolezza che l'esercito iracheno avrebbe attaccato con armi chimiche. L'uso di armi chimiche e biologiche è illegale dal diritto internazionale, ma gli Stati Uniti lo hanno ancora condannato.

cuando una mujer leo deja de hablar contigo

Quindi, ammettere che le truppe statunitensi hanno trovato armi chimiche in Iraq non solo significherebbe che avevano invaso per ragioni sbagliate, ma avrebbe anche riconosciuto che gli Stati Uniti avevano aiutato Saddam Hussein ad acquistare e usare queste munizioni.

L'ISIS controlla l'area in cui l'Iraq produceva armi chimiche

L'Iraq ha esaurito la maggior parte delle sue forniture di armi chimiche durante la guerra Iran-Iraq, terminata nel 1988.

Successivamente, Saddam Hussein fu condannato a distruggere la sua scorta di armi chimiche a seguito della guerra del Golfo del 1991. Ovviamente, questo compito non è mai stato completato.

Inoltre, il rapporto del NYT ha rivelato che lo Stato islamico dell'Iraq e della Siria (ISIS) ora controlla una struttura irachena che contiene ancora materiali chimici dell'era di Saddam Hussein. C'è speculazione sulla condizione di questi materiali e se ISIS potrebbe effettivamente usarli o no, ma questo è comunque sconcertante.

Inoltre, è importante riconoscere che a causa di un insabbiamento da parte del governo degli Stati Uniti, l'organizzazione terroristica più formidabile del mondo potrebbe ora avere accesso ad armi chimiche.

banderas rojas de una relación abusiva

In realtà, ci sono prove che l'ISIS ha già usato armi chimiche contro i combattenti curdi a luglio.

La più grande tragedia qui è che se il governo degli Stati Uniti avesse ammesso di aver scoperto armi chimiche, avrebbe potuto impedire tutto ciò. Ciò avrebbe consentito al personale militare di localizzare e smaltire correttamente questi materiali.

Invece, i soldati americani furono feriti da armi chimiche perché non furono mai avvertiti della loro esistenza. Inoltre, ora dobbiamo preoccuparci che l'ISIS utilizzi armi chimiche contro civili e alleati degli Stati Uniti.

Non puoi costruire un futuro migliore se non accetti e impari dagli errori del passato. Quando fai un casino, devi ripulirlo.