La migliore posa yoga per la meditazione è super semplice e ti aiuterà a trovare la pace interiore

Mosuno / Stocksy

La migliore posa yoga per la meditazione è super semplice e ti aiuterà a trovare la pace interiore

Di Georgina Berbari, 28 marzo 2018

Quando si tratta di navigare nelle situazioni più difficili che la vita spesso agita, la meditazione è davvero un punto di svolta (e di cervello). E mentre in realtà non esiste un modo giusto o sbagliato di praticare la consapevolezza, ci sono delle posizioni yoga che possono rendere un po 'più facile centrare te stesso e osservare i tuoi pensieri per periodi di tempo prolungati. All'interno delle molte asana che compongono la pratica fisica dello yoga, esiste una singola posa yoga per la meditazione che ravviverà i muscoli, incoraggerà una migliore postura e stabilirà la tua mente mentre ti concentri sulla respirazione profonda e costante.

Prima di rivelarti la posa oh-così sacra che diventerà la tua migliore amica durante le tue sessioni di meditazione, parliamo dei potenti benefici di una pratica di consapevolezza coerente sia per il tuo cervello che per il tuo corpo. La meditazione può aiutare ad alleviare lo stress, migliorare il sonno e persino aumentare l'autostima. Inoltre, solo pochi minuti di meditazione quotidiana possono letteralmente addensare le aree più grandi del tuo cervello e migliorare la funzione generale dei tuoi percorsi mentali, fornendoti così strumenti preziosi per affrontare le situazioni più difficili della vita.

Anche se all'inizio la meditazione può essere un po 'intimidatoria, una volta che prendi un ritmo, probabilmente sarai agganciato da quanto ti fa sentire bene. E la posa yoga che supporterà continuamente la tua pratica della consapevolezza è selvaggiamente semplice e diretta, amici miei.



Se stai praticando la meditazione da solo, la migliore posa yoga per supportare il flusso e l'osservazione dei pensieri che vanno e vengono dal tuo spazio di testa è la posa facile - o sukhasana, in sanscrito.

Yoga con Adriene su YouTube

Secondo la Art Of Living Foundation, 'sukha' significa felicità, mentre 'asana' significa postura - quindi la tua posizione di meditazione si traduce letteralmente in 'posa felice'. Abbastanza adatto, no? Non so te, ma essere immerso in una beata meditazione è sicuramente uno dei miei posti felici.

mujeres que no quieren casarse

Anche il tuo corpo è decisamente nel modo in cui si sente questa posa. La posizione a gambe incrociate riduce al minimo la pressione sull'addome e mantiene la schiena dritta e l'attenzione centrata, senza invitare alcuna inutile tensione corporea nel tuo stato meditativo. Sedersi eretti, piuttosto che sdraiarsi, è ottimale per la meditazione, perché consente all'energia di fluire liberamente lungo la colonna vertebrale e mantiene tutto il corpo rilassato, ma attento.

Yoga International rivela che le pose da seduti sono anche pensate per supportare il lavoro intricato della tua mente. Che ci crediate o no, il cervello e la colonna vertebrale hanno una relazione intima e intima, e siedono in modo stabile e sicuro, ma facilmente e delicatamente, potenziando questa potente relazione.

La posa facile porta tutto il tuo corpo in allineamento, che consente ai tuoi pensieri di imitare la stessa stabilità e semplicità.

Progetto yoga senza nome su YouTube

Mentre sei seduto nel sukhasana e ti stai preparando per la meditazione, inizia facendo alcuni respiri profondi, lenti ed espansivi. Dopo aver completato alcuni round di respirazione ujjayi, lascia che le tue inspirazioni ed espirazioni tornino a un ritmo normale e semplicemente crogiolati nella quiete del momento presente, lasciando andare tutto ciò che non ti serve.

È importante ricordare che, sebbene possa posarsi una posa facile, beh, facilmente per molte persone, ci sono sicuramente ancora delle precauzioni da prendere (come con qualsiasi posizione yoga fisica). Secondo Yoga Outlet, anche se il sukhasana può essere un tipo di posa super semplice, familiare e quotidiana, nel tempo e con l'età, sedersi costantemente sulle sedie può rendere più difficile trovare la propria strada in questo asana.

Se scopri che i fianchi sono un po 'troppo stretti e non ti consentono di incrociare le gambe in una posa facile, puoi modificare l'asana aggiungendo un blocco o una coperta sotto le ossa sedute. E se soffri di un infortunio al ginocchio, assicurati di consultare il tuo medico o un istruttore di yoga esperto prima di meditare in questo asana.

Una volta che hai trovato conforto, sicurezza e sicurezza in una posa facile, sarai in grado di scivolare in uno stato consapevole e pacifico in pochi istanti. Buona meditazione, yogi!