Il rapporto di Robert Mueller sull'inchiesta sulla Russia è stato presentato, dicono i rapporti

Alex Wong / Getty Images Notizie / Getty Images

Il rapporto di Robert Mueller sull'inchiesta sulla Russia è stato presentato, dicono i rapporti

Di Lilli Petersen, 22 marzo 2019

Sta succedendo. Sta succedendo. Secondo diversi rapporti, il consigliere speciale Robert Mueller ha presentato il suo rapporto nelle indagini in corso su una possibile collusione tra la campagna presidenziale 2016 del presidente Donald Trump e la Russia al procuratore generale William Barr venerdì 22 marzo. Elite Daily ha contattato l'ufficio del consulente speciale e il Dipartimento di Giustizia (DOJ) per commenti e / o ulteriori conferme, ma non ha immediatamente ricevuto risposta.

Tutta l'America è stata messa a dura prova per settimane a causa delle voci secondo cui l'inchiesta sulla ingerenza russa nelle elezioni del 2016 stava per concludersi e il 22 marzo la palla è finalmente caduta. In prima serata sono emerse notizie secondo cui Mueller aveva effettivamente presentato il suo rapporto nelle indagini sulla Russia. Tuttavia, la maggior parte di noi dovrà rimanere su quei tenterhook per il momento, poiché non è necessario che il rapporto Mueller sia reso pubblico. Tale decisione alla fine sarà lasciata a Barr, che come procuratore generale ha il potere di decidere cosa rendere pubblico (o meno). Il DOJ non ha risposto alle precedenti domande dell'Elite Daily sul fatto che Barr avrebbe rilasciato il rapporto.

Il Congresso, tuttavia, otterrà il ribasso, secondo Il New York Times. La pubblicazione riportava che Barr aveva scritto in una lettera ai leader delle commissioni giudiziarie della Camera e del Senato che 'potrebbe essere in grado di consigliarti delle conclusioni principali del consulente speciale non appena questo fine settimana'.



Mentre gli americani non sapranno cosa ci sarà nel rapporto - se non ci riusciamo affatto - per un po ', la lettera di Barr potrebbe fornire alcuni dettagli minori. Secondo la lettera, che è stata twittata dal rappresentante Doug Collins (R-Georgia), membro della classifica del comitato giudiziario della Camera, Barr ha scritto ai leader del Congresso che i leader del Dipartimento di Giustizia non avevano annullato alcuna decisione di Mueller e le sue indagini .

mi novia no me respeta

'[I] I regolamenti del Consiglio speciale richiedono che io ti fornisca' una descrizione e una spiegazione di casi (se presenti) in cui il procuratore generale 'o il procuratore generale' ha concluso che un'azione proposta da un consiglio speciale era così inappropriata o ingiustificata secondo le pratiche dipartimentali stabilite che non dovrebbe essere perseguito '', ha scritto. 'Non ci sono stati casi di questo tipo durante le indagini del Consigliere speciale.'

Ha anche affermato che, insieme al vice procuratore generale Rod Rosenstein e allo stesso Mueller, si consulterebbero insieme per determinare quali informazioni potrebbero essere rese pubbliche al Congresso e al pubblico 'in conformità con la legge'. Elite Daily ha contattato il DOJ per commentare se e come Barr intende rilasciare il rapporto, ma non ha immediatamente ricevuto risposta. Incrocia le dita, tutti.

In un tweet, il segretario alla stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders ha dichiarato che la Casa Bianca non ha 'ricevuto o informato' sul rapporto. Venerdì, il presidente era volato in aereo nel suo resort di Mar-a-Lago in Florida per il fine settimana. 'I prossimi passi spettano al procuratore generale Barr e non vediamo l'ora che il processo segua il suo corso', ha scritto.

Il rapporto finale arriva quasi due anni dopo che Mueller è stato nominato per la prima volta da Rosenstein nel maggio 2017, a seguito del licenziamento da parte del presidente Trump dell'ex direttore dell'FBI James Comey (l'allora procuratore generale Jeff Sessions si è rifiutato nell'inchiesta). Da allora, Mueller ha accumulato 34 accuse, inclusi motivi di colpevolezza da parte di alcuni importanti soci del presidente - tra cui l'ex avvocato personale di Trump, Michael Cohen e il suo ex direttore della campagna, Paul Manafort.

Tuttavia, il presidente ha ripetutamente definito l'inchiesta una 'caccia alle streghe', una 'bufala' e sembra screditare l'inchiesta. Più di recente, il presidente ha dichiarato il 22 marzo, prima della pubblicazione del rapporto, che il popolo americano 'non avrebbe sostenuto' un rapporto che lo contaminasse. La Casa Bianca non ha immediatamente risposto alla richiesta dell'Elite Daily di commentare le varie osservazioni. Tuttavia, ha anche affermato il 20 marzo che 'non gli dispiaceva' se il rapporto fosse stato pubblicato pubblicamente. 'Voglio vedere il rapporto. Sai chi vuole vederlo? Le decine di milioni di persone che adorano il fatto che abbiamo la più grande economia che abbiamo mai avuto ', ha detto in quel momento. 'Non vedo l'ora di vedere il rapporto.'

Cómo reconstruir la confianza después de ser engañado

Bene, potrebbe essere in procinto di avere la sua possibilità. Spero che anche tutti gli altri possano vederlo.