Il presidente Obama spiega perché il nostro sistema di giustizia penale è 'non americano'

Getty Images

Il presidente Obama spiega perché il nostro sistema di giustizia penale è 'non americano'

Di John Haltiwanger, 21 settembre 2015

Venerdì, 18 settembre, un gruppo eterogeneo di attivisti, celebrità e politici, si sono riuniti alla Casa Bianca per parlare di riforma della giustizia penale.

La discussione si è svolta prima di una proiezione esclusiva del documentario della HBO, 'Fixing the System', in onda il 27 settembre e incentrato sull'impatto sociologico dell'incarcerazione di massa. Presenta filmati della recente visita del presidente Obama al penitenziario federale di El Reno in Oklahoma, che ha segnato la prima volta nella storia degli Stati Uniti che un presidente ha visitato una prigione federale.

Prima della proiezione, il presidente ha impiegato alcuni momenti per affrontare l'esperienza, diventando talvolta decisamente personale.



Ho avuto la fortuna di partecipare all'evento e sono stato particolarmente preso dal candore del presidente per quanto riguarda il suo passato in relazione alla questione della detenzione di massa.

Ha dichiarato:

Ho incontrato un gruppo di prigionieri ... e ho detto in quel momento ... che non erano così diversi da me. Ho fatto errori quando ero giovane. Non ho sempre seguito una strada diritta. La differenza principale tra me e loro era che avevo più di un cuscino. Ho avuto seconde possibilità. In alcuni casi, avevo risorse o mi trovavo in un ambiente in cui quando ho commesso un errore da adolescente, avrei potuto riprendermi. E questi giovani non avevano alcun margine di errore. E l'idea che, a seguito di errori giovanili, potrebbero finire in un ciclo di criminalità permanente, in cui la prospettiva di essere in grado di recuperare e rientrare nella società con un'occupazione remunerata e la capacità di far parte della vita dei propri figli e di essere cittadini sembra remoto ... c'è qualcosa di non americano in questo. Questo è un paese che crede nelle seconde possibilità. E in questo momento abbiamo milioni di persone che non lo stanno ottenendo.

È stato piacevole ascoltare un politico che si appropria delle sue giovani indiscrezioni mentre riconosce i suoi privilegi.

Ancora più importante, il presidente ha dato un forte esempio al pubblico esibendo empatia per le persone che sono state incarcerate in un paese in cui essere un ex criminale porta uno stigma implacabile. Ha rivelato mentre molti di noi commettono errori, a volte di natura criminale, i nostri background (razza, stato socioeconomico, ecc.) Spesso ci proteggono dalla punizione.

Le dichiarazioni del presidente hanno anche messo in luce la natura auto-perpetuante e spezzata del sistema di giustizia penale americano. Non è progettato per riabilitare i detenuti, ma per soggiogarli a una vita di giudizio e fallimento.

relación abusiva banderas rojas

Anche dopo essere stati rilasciati dal carcere, sono ancora imprigionati dall'etichetta di 'ex criminale'. Il più delle volte, non riescono a trovare lavoro, non possono provvedere alle loro famiglie e, nella disperazione, ricadono in vite criminali solo per finire di nuovo in prigione. Come ha rivelato il presidente, questa è in gran parte la ragione per cui sono finiti in prigione in primo luogo: la mancanza di opportunità. È un circolo vizioso.

I tassi di recidiva sono astronomici. Uno studio del Bureau of Justice Statistics, ad esempio, ha rintracciato 405.000 prigionieri recentemente rilasciati in 30 stati nel 2005. Entro tre anni, il 68% di questi individui era tornato in prigione.

Gli Stati Uniti si dichiarano 'la terra delle opportunità'. Quando questa opportunità viene continuamente negata alle persone, spesso con un potenziale immenso, semplicemente a causa di errori passati, questo paese non riesce ad aderire alle proprie visioni e ideali.

In effetti, come ha affermato il presidente, è 'non americano' non offriamo più seconde possibilità a coloro che hanno trascorso del tempo in prigione. Ed è in gran parte il motivo per cui gli Stati Uniti sono leader mondiali in carcere.

Con solo il 5 percento della popolazione mondiale, l'America possiede il 25 percento di tutti i prigionieri del mondo.

Inoltre, troppi sono incarcerati per crimini non violenti (quasi i tre quarti della popolazione carceraria totale degli Stati Uniti).

Ci sono persone che scontano l'ergastolo senza condizionale per reati di droga non violenti per la prima volta, che è probabilmente equivalente a ricevere la pena di morte - una vita trascorsa in una gabbia non è affatto una vita. Questo non ha senso, ma ci sono migliaia di detenuti che affrontano tali circostanze.

si estás deprimido vives en el pasado

Inoltre, come ha sottolineato il Presidente Obama venerdì, gli Stati Uniti spendono $ 80 miliardi all'anno per preservare questo sistema regressivo.

Il sistema di giustizia penale statunitense è insostenibile, distruggendo vite e comunità di generazione in generazione.

Per non parlare, colpisce in modo sproporzionato le minoranze, prolungando l'eredità già cupa e vergognosa della discriminazione razziale in questo paese.

Non è un caso che i neri siano imprigionati a quasi sei volte il tasso di bianchi. Ciò non suggerisce che i neri siano predisposti al crimine, ma che il sistema sia progettato per colpire le persone di colore.

Come ha giustamente affermato il presidente:

Come società, dobbiamo riconoscere che c'è qualcosa di sbagliato quando stiamo bloccando così tante persone con questo tipo di frequenza, concentrate in una manciata di comunità in città e contee in questo paese. ... Le persone in queste prigioni meritano la nostra attenzione. Sono esseri umani con speranze e sogni, che in molti casi hanno commesso errori profondi ma sono comunque cittadini americani.

Dobbiamo smettere di definire gli ex criminali dai crimini che hanno commesso. Dobbiamo iniziare a vederli per quello che sono: umani che, come tutti noi, sono profondamente imperfetti ma capaci di cambiare e progredire.

Non possiamo riparare il nostro sistema di giustizia penale solo attraverso la riforma legislativa. Dobbiamo anche cambiare il modo in cui percepiamo le persone che rinchiudiamo.

cuantas estaciones riverdale

Gli Stati Uniti non possono definirsi la 'terra dei liberi' mentre continuano a privare le persone della loro libertà in modo così sistematico e squilibrato. Non possiamo incarcerarci per uscire dai problemi sociali, dobbiamo lavorarci insieme.

Il presidente Obama ha ragione, quello che stiamo facendo è 'non americano', e spetta a tutti noi spingere per una riforma.

citazioni: Osservazioni del presidente alla proiezione del documentario VICE che ripara il sistema (Casa Bianca), 3 IN 4 EX PRIGIONIERI IN 30 STATI ARRESTATI ENTRO 5 ANNI DI RILASCIO (BJS), Sen Cory Booker Cosa c'è di meglio per lo status delle Americhe (CNN), Dal primo arresto all'ergastolo (Washington Post), SCHEDA INFORMATIVA SULLA GIUSTIZIA CRIMINALE (NAACP)