Live In The Now: la depressione risiede nel passato, l'ansia attende nel futuro

Kayla Snell

Live In The Now: la depressione risiede nel passato, l'ansia attende nel futuro

Di Zara Barrie, 20 ottobre 2015

Era una di quelle sere prematuramente buie e lugubre di novembre. Mi sono ritrovato a casa a piedi dal lavoro perché non potevo affrontare il mare straziante di una metropolitana dell'ora di punta, né potevo permettermi una corsa in taxi infestata dal traffico di $ 25 attraverso la grande isola di Manhattan.



Ero di malinconia e non riuscivo a sembrare tremante. E non ha aiutato il fatto che fosse la prima sera pressantemente fredda della stagione, e io ero sottovestito, quindi ogni raffica di vento si insinuava visibilmente nella pelle nuda e ruvida che risiedeva sotto la mia sottile giacca di jeans, che non aveva intenzione di tenermi una parvenza di caldo.

Ma fanculo. Ho deciso di camminare da un'estremità della città a quella successiva (su mega piattaforme da quattro pollici, intendiamoci). Dopotutto, che cosa ho dovuto perdere perdendo? Ero mezzo intorpidito, mezzo depresso.



Non mi importava davvero niente, per non parlare dell'aria gelida che mi pizzicava la pelle sporca e la fila di vesciche perfettamente sparse in una linea retta lungo i lati dei miei piedi.



Ti sei mai sentito così statico e triste che ti ritrovi a guardare tutto attraverso una lente negativa, inclinata e scurita?

Invece di vedere il cielo grigio ardesia come accogliente e romantico, appare triste e deprimente. Invece di sentire la frizzante aria invernale come rinfrescante e viva, sembra dura e violenta, senza speranza e solitaria.

Invece di guardare le brillanti foglie di rame che sbirciano il marciapiede di cemento come un bellissimo promemoria del cambiamento delle stagioni, non sembra un nuovo inizio, ma piuttosto una metafora di come tutto alla fine muore.

Questo giorno è stato uno di quei giorni dalle lenti tristi. Se avessi osato essere reale con me stesso, sarei stato così per la parte migliore di un anno.

Ma la mia vita in realtà non stava andando in pezzi. Avevo 25 anni, ero seriamente impiegato e avevo una spolverata di amici fedeli. Cosa mi è successo di male?

Non riuscivo a capirlo. Mi sono sentito ... fuori di testa? Out-of-it? Ritirato? Perso? Mi sentivo così poco specifico, così oscuro che trovare le parole per descrivere le mie emozioni era difficile.

Se non ero gravemente sfinito e irrefrenabilmente triste, ero iper, ansioso e in uno stato di lotta o fuga, senza pericolo per giustificare il cumulo di panico. Le dita delle dita dei piedi si sentirebbero intorpidite e formicolanti. Il mio petto si sentirebbe stretto.

Quando sei alle prese con un attacco di panico, guardi il mondo attraverso una lente vivida e dura. I colori bruciano troppo luminosi. Guardare in uno splendido schema improvvisamente ti fa sentire come se fossi sull'acido - inciampato e strano.

que es una relacion feliz

Il tuo cuore batte più velocemente di quanto tu possa mai correre.

Questa triste sera, ho deciso di chiamare mio fratello maggiore a Los Angeles. Speravo che sentire i dolci suoni di una voce familiare avrebbe saziato il mio dolore, almeno per alcuni minuti. Mio fratello raccolse il terzo squillo.

'Ehi sorella, come va?' gridò con entusiasmo al suo cellulare. La sua voce suonava stranamente californiana, felice e rilassata, ed espulse un'energia calma, un netto contrasto con le strade ansiose di Midtown Manhattan.

Ho chiuso gli occhi. Mentre parlava, potevo praticamente sentire la brezza calda e amorevole della California spazzare senza fatica la linea telefonica. Era come se i soffici raggi del sole della West Coast mi baciavano le guance da un migliaio di miglia e un oceano lontano.

conocer a alguien de manera casual o inesperada

'Non lo so, fratello. Sono giù ', confessai, la mia voce si sbriciolava in un milione di piccoli pezzi di vetro rotto mentre le mie labbra si contorcevano intorno alla verità.

Fu allora che mio fratello mi diede alcune delle parole più meravigliosamente sagge che le mie orecchie di 25 anni avessero mai sentito. Citò il filosofo cinese Lao Tzu, che disse:

'Se sei depresso, vivi nel passato. Se sei ansioso, stai vivendo in futuro. Se sei in pace, vivi nel presente. '

Improvvisamente, tutti i pezzi rotti andarono a posto. La mia visione nebulosa si è cristallizzata. Sono stato colpito da un'epifania di proporzioni epiche.

Ho capito che mio fratello - e Tzu - avevano ragione.

Quando ero depresso, vivevo nel passato.

Attraverso questa brillante citazione di Lao Tzu, mi sono reso conto che la mia depressione era simile a essere bloccata nel fango.

Quando ero triste, di solito ero immerso in ricordi dolorosi del mio passato. Poiché stavo calpestando i sentimenti rimanenti che non erano più rilevanti per la mia vita, la tristezza mi fece sentire ritirato dal momento.

Mi stavo muovendo all'indietro, camminando al rallentatore nella mia vecchia vita, nuotando in un mare di relazioni fallite, crepacuori passati e traumi spaventosi che avevano avuto luogo anni e anni prima.

Quando ero ansioso, vivevo in futuro.

Quando mi sentivo ansioso, proprio come quando ero depresso, non vivevo nel momento, ma nemmeno nel passato.

Vivevo in futuro.

Con chi finirò? Sono sulla buona strada della carriera? Cosa devo fare per le mie bollette il mese prossimo? Avrò abbastanza soldi per sopravvivere?

Queste domande senza risposta mi hanno sempre colpito al cuore. Stavo soffocando per la paura di quello che sarebbe successo.

Nessuno del mio panico consumato era collegato al momento. Era come vivere un'altra vita, una che era molto lontana davanti a me in cui non riuscivo a vedere il traguardo.

¿Cuándo propuso el príncipe Harry?

Era come se il mio cervello stesse scattando così avanti davanti a me che non riuscivo a stare al passo con me stesso.

Quando ero veramente contento, vivevo nel momento.

Sforzarsi di essere felici tutto il tempo non è realistico e ti prepara al fallimento. Nessuno si sentirà senza esclusione di colpi, incautamente, delirantemente felice per tutto il fottuto tempo.

A meno che tu non sia drogato. Ma anche il più designer di droghe svanisce. Ciò che sale deve scendere, giusto?

Anche quando la vita ti sta gettando cose difficili, dovresti cercare di accontentarti. Sentirsi in pace. Essere a proprio agio a disagio. Essere fiduciosi di poter reggere contemporaneamente la tua felicità e la tua tristezza.

Dopo aver ascoltato la citazione, ho iniziato a ripensare a tutte le volte in cui mi sono sentito in pace e contento nel colorato spettro della mia vita.

Erano momenti in cui non vivevo nelle ombre del passato o nella luce bianca e brillante del futuro imprevisto. Erano i momenti in cui i miei piedi erano radicati nella terra, e io ero qui. Stavo ascoltando gli altri. Ero presente.

Mentre so che non esiste un rimedio provato e vero per l'ansia e la tristezza che funzionerà sempre per tutti, ho deciso di condividere con voi questa filosofia. Non sempre funziona per me nei giorni davvero brutti, ma il più delle volte lo fa.

Quindi, amore mio, quando ti senti triste, ansioso o disconnesso, torna semplicemente nel momento presente. Prendi un respiro. Premi i piedi nel terreno. Tocca di nuovo nell'unica cosa che hai di sicuro: ora.