C'è birra in Bud Light Seltzer? Ecco tutto ciò che devi sapere

Per gentile concessione di Bud Light

C'è birra in Bud Light Seltzer? Ecco tutto ciò che devi sapere

Di Collette Reitz, 10 gennaio 2020

Bud Light ... seltzer? Probabilmente hai visto il logo per il nuovo seltzer a spillo del gigante della birra e con le sue grandi lettere a blocchi che ti fanno sapere cosa c'è dentro - beh, un po '. Dal momento che Bud Light ottiene la massima fatturazione sul logo, la prima domanda che mi viene in mente è: c'è birra in Bud Light Seltzer? Ecco cosa dovresti sapere sull'ultimo sorso dell'azienda.

peinados futbolistas

I seltzer a spillo sono di gran moda da prima della famigerata carenza di White Claw dell'estate 2019. Ora, Bud Light sta entrando in gioco. E no: non c'è birra in Bud Light Seltzer. Non sbagli di essere confuso dal nome, ma una volta bevuto un sorso di uno dei sapori fruttati, tutte le tue domande riceveranno una risposta. Bud Light Seltzer arriverà sugli scaffali lunedì 13 gennaio e sarà disponibile nei gusti Black Cherry, Lemon Lime, Mango e Strawberry.

Realizzato con zucchero di canna reale, acqua distillata e aromi naturali, il prodotto finale è un seltzer duro chiaro e pieno di bolle. Vanta un 5% ABV ed è privo di glutine. Noterai anche che il suo aspetto è diverso dalle classiche lattine Bud Light blu, grazie al suo design sottile da 12 once. Le lattine sottili saranno disponibili in confezioni da 12 e varietà a sapore singolo e ci saranno anche lattine da 25 once a sapore unico. Bud Light Seltzer avrà un prezzo come 'seltzer premium', il che significa che costerà più di un pacchetto di 12 lattine Bud Light, che di solito vende tra $ 10 e $ 14, a seconda della posizione.



hombre emocionalmente disponible

Quindi, perché Bud Light dovrebbe mettere il suo nome su un seltzer duro, confondendo i bevitori di birra dappertutto? Andy Goeler, vicepresidente di Bud Light, afferma che la capacità di Bud Light di realizzare un prodotto superiore è il motivo per cui il marchio si è esteso alla categoria hard seltzer.

Prodotto esclusivamente nello stabilimento di Budweiser Anheuser-Busch, appena fuori Syracuse, New York, Bud Light Seltzer inizia con il processo di fermentazione dello zucchero di canna reale e dell'acqua distillata, che è il passo più critico per garantire un seltzer duro di qualità. Eventuali problemi durante la fermentazione possono causare la comparsa di cattivi odori e sapori, motivo per cui Bud Light effettua frequenti test di qualità. Dopo la fermentazione per circa 20 giorni, il sorso passa attraverso un processo di filtrazione in cinque fasi, quindi viene dato un calcio fruttato con aromi naturali e infine, dopo un ultimo controllo di qualità, è pronto per partire.

Il marchio dice che anche le persone a cui non piace la birra Bud Light saranno felici con il seltzer, perché, beh ... non c'è birra.

sexo en la casa