Ho tanta paura del confronto che ho fantasma il mio terapista

Alexander Beck

Ho tanta paura del confronto che ho fantasma il mio terapista

Di Zara Barrie, 9 maggio 2016

Tutto è iniziato con un appuntamento mancato. In effetti, 'One Missed Appointment' dovrebbe essere il titolo del mio libro di memorie.

La quantità di volte che la mia vita si è dipanata a causa di UN appuntamento mancato è impressionante. Non sono una persona in palestra, ma se lo fossi, sarei il tipo che deve andare ogni singolo giorno PERCHÉ SE MANCO UN GIORNO NON POSSO MAI TORNARE DI NUOVO. La mia migliore amica Ruba è allo stesso modo.

'Zara, DEVO andare al Bootcamp di Barry, GIUSTO ORA', insisterà mentre mi sto tirando le maniche di camicia e cerco di farle fare qualcosa di spericolato, come invece bere un bicchiere di vino a Central Park con me.



'Ma perchéyyyyy?' Gemerò, battendo le ciglia del ragno contro di lei, tentando di sedurla in un comportamento peccaminoso con me.

Ma ho capito. Se non va al Bootcamp di Barry, finirà in un bar sporco e buio per fumare sigarette a catena e bere whisky per i prossimi tre giorni. Trascurerà completamente la palestra.

Le ragazze come noi hanno bisogno di ATTACCARE ALLE NOSTRE ROTTE.

Questo è esattamente quello che mi è successo di recente con il mio terapista.

Permettetemi di prefazione: adoro il mio terapista. Ho iniziato a vederla durante la grande crisi mentale del 2013. Sono stato stordito da una serie di antidepressivi e ho iniziato a vedere alcuni effetti collaterali piuttosto bizzarri (incessanti sogni d'ansia, una bizzarra fobia di stagnolae le vertigini perpetue così terribili mi hanno fatto sentire come se stessi vivendo in una casa di divertimento di carnevale. E questo è solo graffiare la superficie).

Dopo una settimana particolarmente straziante, mi sono guardato allo specchio e mi sono detto:È ora di affrontare i demoni, piccola.Le mie guance infossate erano vuote, i miei occhi nocciola erano morti e i miei capelli erano f * cking bionda. Chiaramente, ero in crisi.

Quindi ho fermato il tacchino freddo (PSA: non provarlo a casa) e con le mani tremanti e il cuore che batteva, ho chiamato una terapista altamente raccomandata di nome Sarah *.

no dar la vida por sentado

Avevo intenzione di chiamare Sarah per un po ', ma sapevo che la terapia significava affrontare il passato e sono terrorizzata dallo scontro, quindi ho tenuto il suo biglietto da visita nascosto dietro la mia Sephora Beauty Insider Card nella tasca posteriore del mio malconcio Portafoglio Prada per un anno intero prima che mi fossi trovato il coraggio di chiamarla davvero.

Quando finalmente vidi Sarah, all'inizio ero ancora piuttosto stordito dalle medicine, ma dopo circa tre sedute fu in grado di rompere i muri di pietra di Lexapro, Wellbutrin e Dio sa cos'altro. Prima che me ne rendessi conto, stavo rivelando segreti come una sorority che versava da bere alla sua prima festa di fratellanza.

Le ho detto i segreti oscuri. I segreti vergognosi. I segreti spaventosi. I segreti imbarazzanti. I segreti che mi fanno sentire la persona peggiore del pianeta.

'No Meraviglia hai attacchi di panico ', mi disse. 'Sei traumatizzato. E non è colpa tua.

Era la prima volta che mi ero confrontato, beh, con qualsiasi cosa nella mia vita e ho avuto una rivelazione rivoluzionaria. Guardare i mostri spaventosi direttamente negli occhi e dire loro di scappare era esattamente ciò che li ha fatti andare via. E anche quando sono tornati (e tornano ancora di tanto in tanto), non avevo più paura di loro.

Ma tutto è crollato quando l'ho perso unoappuntamento.

Ho iniziato a pensare che potrei essere pronto per una pausa dalla terapia. Sarah e io abbiamo fatto alcuni progressi seri. Sono tornato a New York. Ho una carriera da sogno. Mi prendo cura di me stesso. Sento che ci siamo confrontati così tanto che sono in grado di iniziare la vita con una lavagna vuota.

Ma invece di parlare con lei, non mi sono presentato all'appuntamento. Ho scritto un breve testo (sì, siamo in termini di messaggi perché entrambi abbiamo problemi di confine): 'Mi dispiace che il lavoro sia stato pazzo'. E poi non ho mai riprogrammato o chiamato di nuovo.

Ho fantasma il mio terapista.

Questo ha senso, perché prima di incontrare Sarah, ero la regina regnante dell'elusione. Avevo così tanta paura di provare qualcosa che ho fatto tutto ciò che potevo per scappare dai miei sentimenti. A volte, ho bevuto così tanto che mi sono oscurato e non sentivo nulla oltre a una sbornia. A volte, ho ossessivamente dieta e vomito in modo che il mio cervello potesse concentrarsi solo su numeri su una scala. A volte, mi sono semplicemente buttato nel mio lavoro.

Il più delle volte, mi sono solo concentrato sui problemi di tutti gli altri, quindi non ho avuto il tempo di concentrarmi da solo. È stato un vero spasso.

Ma Sarah mi ha insegnato una lezione straordinaria che porterò con me per il resto della mia vita. Scappare dai mostri non li fa lasciare in pace. Si manifesteranno in modi strani e subdoli, come attacchi di panico che consumano tutto e cattive relazioni e una relazione malsana con l'alcol.

E tutto ciò è stato molto più spaventoso dello scontro. Mi sono reso conto che per quanto fosse scomodo tutto questo confronto, sentirmi a disagio per un po 'non mi ucciderà. Gli effetti autodistruttivi del riempire i miei sentimenti, tuttavia, potrebbero.

Ma quando ho fantasma il mio terapista, è diventato evidente che sto ancora lottando con il confronto. Piuttosto che spiegarle che forse sono pronto per passare dalla terapia, ho evitato la rottura. Odio le rotture. Odio guardare le persone negli occhi e dire loro che non ho più bisogno di loro. Proprio come odio dire a un amico quando hanno ferito i miei sentimenti o una cotta che provo per loro. Potrei non aver paura di confrontarmi, ma ho ancora paura di confrontarmi con gli altri.

Ma questo finisce oggi! Ho finito di lasciare che il mio fottuto cretino come un'infezione non trattata che avvelena il mio corpo. Perché tutto ciò che fa è darmi questa terribile ansia persistente che mi segue ovunque io vada. E non posso vivere fino al mio potenziale quando sono infernale per l'ansia.

Quindi SÌ, la chiamerò oggi. SÌ, ho paura. Ma lei è, dopo tutto, quella che mi ha insegnato che va bene avere paura. Puoi avere paura e farlo comunque.

In effetti, tutta questa evasione mi ha fatto capire che forse ho ancora bisogno di lei. Se sto fantasma il mio terapista, il mio lavoro con lei non è ancora finito. C'è qualcosa che sto ancora evitando. E i miei giorni di corsa sono finiti. Sto girando la nave INTORNO. Sto prendendo la ruota.

Facciamolo assieme. Solleviamo il telefono e sfogiamolo con qualcuno che ci ha fatto del male. Richiamiamo le nostre mamme se le abbiamo inviate direttamente alla segreteria telefonica. Facciamo quella conversazione scomoda. Sarà difficile e sarà spaventoso, ma possiamo farcela.

La vita non ci lascerà comunque scappare evitando qualsiasi cosa. Quindi almeno prendiamo il controllo su di esso, prima che prenda il controllo di noi.

* Il nome è stato cambiato.