Come essere gentile con te stesso se sei totalmente colpevole di picchiarti per tutto

Shutterstock

Come essere gentile con te stesso se sei totalmente colpevole di picchiarti per tutto

Di Julia Guerra, 16 ottobre 2017

Quanto straziante è che di solito siamo i nostri peggiori critici? Voglio che ti prenda un momento per considerare quante volte hai consolato una persona cara offrendo saggezza sulla falsariga di 'stai facendo il meglio che puoi', 'non essere così duro con te stesso', o 'Concediti più credito'. Quante volte puoi dire onestamente di esserti tagliato la stessa quantità di gioco? Ti lancerò per una curva qui, ma dovresti davvero trattarti come tratti la famiglia e gli amici, con amore, luce e compassione. Capisco che può essere difficile capire come essere gentile con te stesso quando sei impegnato a navigare su come eccellere sul posto di lavoro, oltre a mantenere relazioni sane e felici e a trovare un contenuto equilibrio tra lavoro e vita privata, ma è possibile ed è importante. Soprattutto, sei degno della tua gentilezza.

mujeres que les gusta el dolor

Conosco me stesso e sono totalmente colpevole di non farmi quasi mai una pausa. Grazie in gran parte alla mia personalità di tipo A, tendo a dirmi che c'è sempre più potrei fare, più aree in cui posso migliorare, e nel millesimo di secondo in cui abbasserò la guardia e mi rilasso, le critiche auto-assegnate entrano in piena. E so che non sono solo i miei compagni, implacabili super-realizzatori che hanno sperimentato questi sentimenti.

Sono disposto a scommettere che la maggior parte di noi ha, o avrà sperimentato, dubbi su di sé ad un certo punto della nostra vita. Alle prese tutti con quella piccola, fastidiosa voce dentro la nostra testa che ripassa qualcosa che abbiamo detto, fatto o che non siamo riusciti a realizzare su un ciclo fino a quando non ci fa star male. Volere il meglio per te stesso è fantastico, ma logorarti perché sei scivolato può essere estenuante, per non parlare del debilitare mentalmente e fisicamente.



Non sai da dove cominciare? Continua a leggere per alcuni suggerimenti e trucchi che possono aiutarti a essere gentile con te stesso quando ne hai più bisogno.

1. Pratica il dialogo interiore positivo

Questo potrebbe essere il consiglio più comune che ti imbatterai nell'esplorazione di come essere gentile con te stesso, come praticare l'amore di sé e come essere più sicuri. Come cliché, e forse anche banale, come sembra, alterare il modo in cui pensi e senti di una situazione può fare una grande differenza.

Qualcuno non ti ha mai detto di capovolgere quel cipiglio? Lo stesso vale per il dialogo interiore negativo. Se all'inizio non ci riesci, prova una seconda volta, ma con un approccio diverso. Accettare un compito con una mentalità di 'Non posso farlo', ti fa immediatamente fallire. Sfrutta i tuoi punti di forza, accetta i tuoi punti deboli e tuffati nel progetto pensando 'Io può fai questo 'o anche' farò del mio meglio per farlo 'per toglierti un po 'di peso dalle spalle.

Va bene lottare; non va bene punirti.

2. Mostrati gentilezza fisica

Per gentilezza fisica, non mi riferisco a uno schiaffo violento sulla schiena, o non ti sto dando un grande abbraccio da orso grande alla tua scrivania nel mezzo di un duro turno. Simile al dialogo interiore positivo, i piccoli gesti fisici che dimostrano non solo la tua mente, ma anche il tuo corpo fisico, che ami e ti stai prendendo cura di te stesso, possono fare molto.

Kristin Neff, autore di Auto-compassione: smetti di picchiarti e lasciati dietro l'insicurezza, ha detto a Psychologies che quando la tua mente è inondata da flussi di negatività, un semplice gesto come 'mettere le mani sul tuo cuore o cullarti il ​​viso o lo stomaco - qualche gesto caldo, di supporto, fisico - può spesso cambiare la risposta fisiologica del tuo corpo; ti aiuta a calmarti in modo da non essere così attivato e quindi a volte è più facile per la tua mente seguire.

3. Concentrati sulla respirazione

Giphy

Parlare per esperienza, usare il respiro per diventare più consapevoli e consapevoli del proprio sé mentale e fisico può davvero fare una differenza così reale e visibile nel modo in cui ti tratti.

Se sei come me, quando ti senti frustrato con te stesso, la prima cosa che va in tilt è il tuo respiro. Per me, il mio cuore accelera e nulla è OK al mondo fino a quando non ho regolato il mio respiro. E, fidati di me, ci vuole molto più tempo per calmare e compartimentare i tuoi pensieri che inspirare, espirare e così via.

Gustavo Oliveira, consulente del programma di coaching sullo stile di vita The DeRose Method, racconta a Elite Daily,

Impara a rilassare il tuo corpo [con] diverse tecniche di respirazione. Se cambiamo il ritmo del respiro, possiamo cambiare il nostro modello emotivo.
Quando stabiliamo un respiro profondo e ben calibrato, le instabilità della nostra coscienza e della nostra mente diminuiscono, favorendo la concentrazione e la concentrazione.

4. Perdona i tuoi fallimenti

Giphy

Succede, e succede a tutti noi. Se all'inizio non ci riesci, prova e riprova, oppure riconosci quando è OK andare avanti.

Ovviamente questo concetto è molto più facile a dirsi che a farsi. So che personalmente non reagisco bene al fallimento. Cavolo, non reagisco bene quando ho problemi ad aprire una dannata busta FedEx. Ma la verità è che tutti lottiamo con qualcosa e ogni tanto sbagliamo. La cosa importante da ricordare e mettere in pratica è che picchiarsi in caso di fallimento non risolve il problema; inevitabilmente peggiora le cose.

L'autrice e docente Soulaima Gourani dice a Elite Daily che invece di considerare i fallimenti come una debolezza, tutti dovrebbero considerare i fallimenti come lezioni di vita:

La prossima volta che ti ritrovi a diventare troppo duro con te stesso, dì a te stesso che questa è solo la vita che ti insegna una lezione.
Il negativo non deve essere al centro della tua vita se non lo permetti. Prova a cercare gli aspetti positivi della situazione, trasformando i limoni in limonata.

5. Non confrontarti con gli altri

Se ho imparato qualcosa dai social media, è che confrontarsi con gli altri è spesso un biglietto di sola andata per una mentalità negativa e di merda.

La maggior parte delle persone raramente, se mai, pubblicizzerà i propri demoni - il che significa che le rappresentazioni della vita delle persone che vedi sui social media non graffiano nemmeno la superficie di ciò che sono le loro vite quotidiane veramente piace. Tutti hanno a che fare con qualcosa, motivo per cui l'empowerment delle donne e l'esperta di affari, il mentore e l'oratore Heather Monahan suggeriscono che restiamo concentrati su ciò che stiamo accadendo nel nostro proprio vive invece.

Dice a Elite Daily,

mejor manera de encontrar una relación
Il confronto è il ladro della gioia e l'abbandono della necessità di guardare gli altri per vedere come impilare è la base per un campo di gioco equo.
Non sappiamo mai cosa sta succedendo nella vita di qualcun altro, quindi è meglio rimanere concentrati da soli.

6. Tieni traccia dei tuoi numerosi successi

Giphy

È difficile essere gentili con te stesso quando tutto ciò che fai è arpeggiare sui fallimenti della giornata. Non solo ti logorerai, ma concentrarti su tutto ciò che pensi di fare 'sbagliato' probabilmente annullerà qualsiasi affermazione positiva di cui potresti beneficiare.

Quindi, se ti trovi davanti al tuo specchio e ripeti 'Amo me stesso' non capisco, forse devi vederlo per iscritto.

Alla fine della giornata, siediti con un foglio di quaderno o un diario e annota almeno tre dei risultati della tua giornata. Che sia semplice come alzarsi dal letto senza premere snooze o ricevere un complimento per la tua etica del lavoro dal tuo capo, scrivilo e dai vita a questi risultati.

Dopotutto, che tu voglia ammetterlo o no, tu fare meritare quella gentilezza.