Hillary ha chiamato 'Birtherism' di Trump in Twitter Rant

REUTERS

Hillary ha chiamato 'Birtherism' di Trump in Twitter Rant

Di John Haltiwanger, 16 settembre 2016

Hillary Clinton è livido che Donald Trump abbia cercato di incolparla per la teoria della cospirazione razzista del birtherism che ha contribuito a diffondere per circa mezzo decennio.

Per anni, Trump ha costantemente suggerito che il presidente Obama non era nato negli Stati Uniti.

Alla fine ha ammesso che il presidente è nato in America venerdì. Trump ha detto,



Il presidente Barack Obama è nato negli Stati Uniti, periodo. Ora, tutti vogliamo tornare a rendere l'America forte e di nuovo eccezionale.

Sì, è lì che siamo adesso come un paese: un candidato presidenziale per un grande partito politico ha appena tenuto una conferenza stampa, che in realtà era più uno spot per il suo hotel, e ha riconosciuto che il nostro presidente è in realtà americano.

È assurdo che anche questo debba succedere.

quien tiene el fin de semana

Durante la conferenza stampa, Trump si rivolse a malapena al movimento birther e non si scusò per aver diffuso una palese menzogna sul presidente.

Ma ha fatto l'affermazione audace e completamente falsa che Hillary Clinton era responsabile del movimento birther.

Trump ci ha mentito.

Hillary Clinton non stava avendo questo.

Il movimento birther era sempre razzista.

È stato creato e diffuso da persone a cui non piaceva il fatto che il presidente fosse nero.

Hanno tentato fallacemente di dipingerlo come un infiltrato musulmano straniero dal Kenya.

Nel caso in cui ci sia confusione: il presidente Obama è nato alle Hawaii nel 1961. Non è musulmano e anche se lo fosse, perché sarebbe un problema?

È un peccato che sia necessario dirlo, ma non c'è niente di sbagliato nell'essere musulmani. Ma con un candidato alla presidenza come Trump, diventa sempre più necessario difendere il buon senso e la decenza di base.

Le elezioni sono tra 52 giorni.

mudarse juntos lista de verificación

Come paese, dobbiamo decidere se vogliamo davvero un uomo che abbia esplicitamente suggerito che il primo presidente nero non è nato negli Stati Uniti come nostro prossimo leader.