La meditazione allevia il dolore? Ecco come la pratica ti calma mentalmente e fisicamente

Jovana Rikalo

La meditazione allevia il dolore? Ecco come la pratica ti calma mentalmente e fisicamente

Di Georgina Berbari, 19 febbraio 2018

Immagina di essere un osservatore esterno del tuo stesso corpo. Nota le emozioni, i pensieri e le sensazioni fisiche che emergono dentro di te, senza reagire realmente a loro di impulso. La meditazione ti consente di fare proprio questo, poiché l'antica pratica ti aiuta a osservare i tuoi pensieri e le tue sensazioni, il tutto senza giudizio. Questo è il vero potere della pratica e, nel tempo, la meditazione può aiutare ad alleviare il dolore nella tua vita, sia fisica che mentale, trasformando il modo in cui organizzi e reagisci ai tuoi pensieri e sentimenti.

Hai mai avuto un prurito che ha richiesto la tua attenzione perché stava morendo dalla voglia di essere graffiato? Probabilmente l'hai graffiato con le unghie, d'impulso, quindi è andato via. Ma se tu avessi semplicemente si accorse che la sensazione era lì e che ti permettevi di sederti con essa, il prurito molto probabilmente sarebbe svanito con il passare dei momenti. Questo è un piccolo esempio quotidiano di come la meditazione può insegnarti a sederti con il dolore e non lasciarti consumare.

Ovviamente, grattarsi un prurito probabilmente non ti farà del male a lungo termine. L'idea qui è di pensare al prurito come una metafora per un maggiore dolore mentale e fisico che puoi affrontare semplicemente usando il potere della tua mente (e, naturalmente, in aggiunta a tutti i trattamenti medici necessari che il tuo medico può prescriverti ).



La meditazione ti consente di sederti con il tuo corpo, lasciare che sensazioni spiacevoli ti travolgano come onde e poi guardarli allontanarsi, lasciandoli andare e rilasciando il controllo che hanno su di te.

AsapSCIENCE su YouTube

Secondo Psicologia oggi, la meditazione può aiutarti a superare quello che viene chiamato dolore primario e secondario. Il dolore primario si riferisce a sensazioni corporee effettive, scomode, che derivano da una malattia, una lesione o persino un danno agli organi interni o al sistema nervoso. Il dolore secondario, d'altra parte, è della tua mente reazione al dolore primario, ed è ciò che può portare a forme di sofferenza più a lungo termine, come l'ansia cronica.

cómo saber si has conocido a uno

Robert Bonakdar, M.D., direttore della gestione del dolore presso lo Scripps Center for Integrative Medicine di San Diego, ha dichiarato a Health.com che è importante affrontare il dolore e riconoscere pienamente la sua presenza dentro di te, piuttosto che scappare da esso. Lui ha spiegato,

I pazienti con dolore vogliono scappare da esso, ma la consapevolezza permette ai pazienti di tornare in questo buco nero, fare i conti con il dolore e affrontarlo e controllarlo.

La consapevolezza e la meditazione all'inizio potrebbero essere molto scomode per le persone che hanno a che fare con un sacco di dolore fisico e mentale, semplicemente perché ti costringe ad affrontare il tuo dolore in modo molto diretto.

Joe Treacy Hypnotic Labs su YouTube

Tuttavia, con la pratica, puoi imparare a controllare e affrontare il tuo disagio. Secondo la Cleveland Clinic, sedersi e meditare per alcuni minuti ogni giorno può alleviare il dolore fisico allenando la mente a spostare la concentrazione quando è necessario, a qualcosa di diverso dalla spiacevole sensazione fisica che si prova. L'esperta di medicina dello stile di vita Jane Ehrman, MEd, ha spiegato come funziona in un'intervista con la clinica sanitaria:

Quando il tuo focus è sul dolore, ovviamente questo aumenta il dolore. Per le persone che meditano, la loro tensione muscolare e la frequenza cardiaca diminuiscono, la loro respirazione rallenta e i respiri diventano più profondi. Tutte queste cose hanno un impatto sul dolore.

Uno studio del 2016 condotto da ricercatori della Group Health Cooperative di Seattle e dell'Università di Washington a Seattle porta ancora di più questo punto a casa. I ricercatori hanno valutato l'efficacia della meditazione sulla gestione del dolore nelle persone che hanno sofferto di mal di schiena cronico. Un gruppo di persone ha ricevuto solo trattamenti medici convenzionali e l'altro gruppo ha ricevuto gli stessi trattamenti, ma hanno anche aggiunto consapevolezza e pratiche di meditazione nella loro terapia di guarigione. I risultati hanno mostrato che il gruppo che ha meditato ha mostrato miglioramenti a lungo termine e duraturi nella lombalgia cronica, mentre il dolore dell'altro gruppo è tornato dopo sei mesi.

plan b remedios caseros

La meditazione non fa solo miracoli per il dolore fisico persistente. La scienza afferma che ha anche il potere di aiutare a gestire il dolore mentale ed emotivo.

Michael Sealey su YouTube

Stare seduti in silenzio e osservare i propri pensieri per pochi minuti durante la giornata può letteralmente cambiare il modo in cui funziona il cervello, nonché il modo in cui si reagisce a situazioni stressanti. Ad esempio, la ricercatrice e neuroscienziata con sede nel Massachusetts Sara Lazar ha condotto uno studio in cui le persone che non avevano mai meditato prima avevano partecipato a un 'programma di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza', Il Washington Post rapporti, per un totale di otto settimane. Le scansioni cerebrali alla fine dello studio hanno rivelato che i partecipanti erano in grado di aumentare significativamente la loro capacità di affrontare situazioni stressanti e mentalmente spiacevoli in modi sani, come riflesso da specifici cambiamenti nella loro attività cerebrale.

Mentre la meditazione non è certamente una cura per tutti qualunque condizioni gravi o dolorose, è uno strumento innegabilmente potente che può sicuramente integrare altri trattamenti medici quando si tratta di dolore fisico o mentale. È qualcosa che puoi facilmente provare a casa e, se sei curioso di sapere come potrebbe aiutarti a gestire il tuo dolore cronico, non guasta mai parlare con il tuo medico per saperne di più.