4 modi per praticare l'amore di sé quando la tua percezione di sé è al minimo

Guille Faingold

4 modi per praticare l'amore di sé quando la tua percezione di sé è al minimo

Di Sheena Amin, 25 agosto 2015

Quanto ami veramente te stesso - con tutto il cuore, autenticamente, sinceramente - oltre la definizione superficiale?

Questa è la tua vita e la missione della tua vita è imparare ad amare chi sei.

mejores pijamas de mono

Siamo semplicemente qui, esistenti. Stiamo esistendo per creare ciò che amiamo e amiamo ciò che creiamo.



Siamo qui per espandere la nostra visione di chi siamo e chi vogliamo essere. Senza amarci prima, come potremo mai dare amore genuino agli altri?

È nostra responsabilità vivere fedeli a noi stessi con integrità e comunicare quel messaggio al mondo. Vedi, il nostro mondo è consumato dall'odio. È terrificante perché giorno dopo giorno il nostro mondo sta diventando un luogo più pericoloso e autodistruttivo.

Ci chiediamo: 'Perché?'

Perché passiamo così tanto tempo a cercare vendetta o cercare modi per ferire qualcuno? Perché passiamo ancora più tempo a trattenere rancori e a nutrire l'odio? Perché lasciamo che occupi le nostre menti e alla fine ci distruggiamo nel processo?

La risposta è semplice: non amiamo noi stessi e facciamo ricorso all'oscurità e all'odio. La soluzione è ancora più semplice: dobbiamo imparare ad amare noi stessi per risuonare leggerezza e amore.

Ma come lo pratichiamo? Bene, è più facile a dirsi che a farsi.

Sei stato ferito o tradito.

Forse, sei stato ferito o tradito. Non sei perfetto, quindi le persone e le sfortunate situazioni in cui ti affrontano ti danneggeranno.

Riteniamo di aver fatto troppi sforzi in un'amicizia o in una relazione per lasciarlo andare. Ci sentiamo come se non fossimo abbastanza bravi.

Mettiamo in dubbio ciò che avremmo potuto, avremmo dovuto o fatto diversamente. Finiamo per sentirci insicuri e inutili, e questo formula un ciclo.

Puoi odiare la persona che ti ha ferito e soffermarti sulla situazione, oppure puoi perdonare e imparare da essa. Il più delle volte, ci troviamo in queste situazioni per imparare ad amare noi stessi.

Se odi la persona dopo quello che ti ha fatto, questo dovrebbe darti un segno di quanto ami sinceramente te stesso.

Se ti amassi con tutto il cuore, sapresti che sei degno e non soccomberesti alle insicurezze con cui la persona che ti ha ferito ti ha lasciato.

Non sto dicendo di non sentire il dolore. Senti il ​​dolore tutto ciò che vuoi, ma non lasciarlo superare e cambiare la tua percezione di chi sei veramente e di chi vuoi essere.

Non ti piace il tuo aspetto.

Ci sono momenti in cui non ti piacerà il tuo aspetto. Forse sei troppo magro o sovrappeso. Forse non ti piace il tono della tua pelle o la tua carnagione.

Il tuo aspetto ti fa sentire poco attraente. Finiamo per sentirci insicuri e inutili, e di nuovo, questo formula lo stesso ciclo.

¿Cómo puedes amar a alguien más si no te amas a ti mismo?

Puoi odiare il tuo aspetto o puoi imparare ad amare il tuo aspetto.

Il tuo personaggio ti renderà sempre più attraente. Le persone sono più attratte dalle persone che si amano piuttosto che dalle persone troppo autocritiche.

Il modo in cui senti il ​​tuo aspetto è nelle tue mani; hai la possibilità di cambiare il modo in cui ti senti. Se non ti piace il tuo aspetto, hai mai pensato che potrebbe avere molto a che fare con la persona che pensi di essere internamente?

Se ti ami abbastanza da sapere che sei un essere umano imperfetto e bello, avrai la motivazione per incoraggiare te stesso e gli altri a fare un cambiamento salutare.

Non hai ottenuto ciò che pensavi di meritare.

Forse non hai ottenuto il lavoro o la posizione che volevi e per cui hai lavorato così duramente. Forse hai fallito numerose volte. Forse non sei stato trattato in modo equo.

Tendiamo a dispiacerci per noi stessi e iniziamo a rinunciare quando le cose non vanno per il verso giusto. Siamo frustrati e non sentiamo che nulla ripaga.

Iniziamo a confrontarci con gli altri. Finiamo per sentirci insicuri e senza valore. Questo, ancora e ancora, formula un ciclo.

Se ti amassi, non ti abbandoneresti. Capiresti, come tutti gli umani, che hai un potenziale di grandezza. Non accetteresti il ​​fallimento perché come umani falliremo tutti almeno una volta nella vita.

Ti odi.

Il problema con le persone nel nostro mondo è che molti di loro non amano se stessi e per questo motivo ricorrono all'odio. Amare te stesso e tutti i tuoi difetti è il primo passo per riconoscere che hai la capacità di fare veramente lo stesso con gli altri.

È la nostra capacità di apprezzare noi stessi che ci consente di rispettare e valorizzare gli altri. È la nostra capacità di amarci al massimo che in realtà promuoverà un mondo più sano, più amorevole e genuino.

La cosa più importante da riconoscere è che siamo tutti esseri umani imperfetti; siamo tutti tenuti a fare errori. I nostri più grandi nemici sono noi stessi, quindi se c'è qualcosa che non ci piace personalmente di noi stessi, abbiamo la possibilità di cambiarlo.

Forse, un buon modo per iniziare è usare la gratitudine verso noi stessi e gli altri come un'arma contro l'odio di sé. Potresti pensare che sia egoista ed è perfettamente ok essere egoista quando si tratta di amore. È egoista, ma solo egoistico il risultato finale è altruista.

Quindi sii egoista e inizia prima ad amarti.

In questo modo, puoi finire per essere altruista e condividere l'amore puro e genuino con gli altri.